Io Faccio Futuro: costituito lo spin off per l’autismo. Università di Foggia, associazione iFun e cooperativa sociale Ghenos insieme per incentivare formazione, ricerca e servizi all’autismo.

Trasformare un sogno in realtà è possibile. Lo dimostra lo spin off “Io Faccio Futuro” srl impresa sociale, costituito da Università degli Studi di Foggia, iFun, associazione di promozione sociale di genitori di figli con autismo e disturbi psicosensoriali e Ghenos cooperativa sociale. La finalità del progetto, in cantiere da oltre un anno, è strutturare un servizio completo di presa in carico attraverso strumenti e strutture in grado di garantire la sostenibilità di un problema complesso come l’autismo, i disturbi psicosensoriali e, più in generale, i bisogni educativi speciali. Secondo l’OMS, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC di Atlanta - Usa) e il nostro Istituto Superiore di Sanità, i casi di autismo sono infatti più che raddoppiati negli ultimi 12 anni. Si è passati da un’incidenza di 6,7 nuovi nati ogni 1.000 bambini nel 1997 a oltre 14,6 nuovi casi ogni 1.000 nel 2004. Il che significa 1 bambino ogni 58. Ad oggi, per deduzione, si immagina siano quasi 60 milioni le persone autistiche nel mondo. Un numero persino maggiore della popolazione italiana. Da qui l’esigenza, nata da un’associazione di genitori di bambini e ragazzi con autismo - che porta avanti il Progetto iDO con il sostegno di Fondazione con il Sud - di incentivare la formazione, la ricerca e i servizi all’autismo nel territorio della provincia di Foggia. “Io Faccio Futuro” è, infatti, il primo caso di spin off che vede nella compagine sociale genitori e famiglie. Lo spin off contribuirà a raggiungere uno degli obiettivi del progetto iDO che è quello di formare bambini con problematiche psicosensoriali per donare loro competenze utilizzabili nel mondo del lavoro da adulti, migliorando...

Tecnici del comportamento nei servizi per la disabilità.

Applied Behavior Analysis e Modelli Contestualistici nei servizi per persone adolescenti e adulte con disturbi del neurosviluppo. L’associazione di promozione sociale IFUN, Consorzio Universitario Humanitas, AMICO-DI e IESCUM promuovono una formazione specialistica per tecnici specializzati nell’intervento comportamentale di nuova generazione per persone con Disabilità intellettiva e Disturbi dello spettro dell’autismo (DI e ASD), in programma a partire da aprile 2021 in forma mista, in presenza e  online (per tutto il periodo in cui i decreti bloccheranno gli incontri di supervisione di gruppo previste in aula, queste verranno garantite in forma online). L’obiettivo del corso è rispondere alla sempre più sentita esigenza di perfezionare operatori: • con una preparazione di base sui principi e le procedure dell’Applied Behavior Analysis, • che siano in grado di sviluppare interventi diretti (progettati da un analista o assistente analista del comportamento) per adolescenti e adulti con DI e ASD in contesti sociosanitari o educativi, • che sappiano coniugare principi e le procedure dell’Applied Behavior Analysis con i costrutti di Quality of Life (QOL) sia all’interno di servizi e organizzazioni complesse che nei diversi contesti di vita, in modo coerente con il Progetto di vita definito per la persona con disabilità. Questo percorso nasce dall’esigenza di definire un modello formativo nell’ambito ABA che rispecchi standard scientifici internazionali e allo stesso tempo sia compatibile con il contesto sociale e sanitario italiano. Il Corso per “Tecnici del comportamento in Applied Behavior Analysis per le disabilità” - previo superamento della verifica delle competenze, degli esami e del tirocinio - dà diritto di accesso al registro italiano istituito da SIACSA, la Società Italiana degli Analisti del Comportamento in...

Volontari si diventa, vieni a scoprire il mondo di iFun!

Sono in partenza i seminari informativi “Autismo e volontariato – iFun 2.0” tenuti da psicologi ed educatori esperti che prevedono 4 incontri tematici (online su zoom). Metti a disposizione il tuo tempo e le tue energie, riceverai in cambio: la possibilità di comprendere le potenzialità dei bambini e ragazzi autistici e imparare a relazionarti con loro; scoprire un mondo fatto di laboratori, giochi, interazione e costruzione di percorsi lavorativi; una forte esperienza di crescita personale. Per info e iscrizioni: 3271972645 Filomena | 3286678196 Lucia | associazione.ifun@gmail.com. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il CSV Foggia.

Al via la 2^ edizione del corso “Il Metodo Analogico intuitivo di Camillo Bortolato”.

Se docenti, educatori e genitori collaborano e condividono il metodo di insegnamento è davvero possibile ottenere miglioramenti nell’apprendimento dei bambini, anche di quelli con disabilità. Ne sono fermamente convinti i genitori di iFun - l’associazione di promozione sociale che si occupa di bambini e ragazzi con autismo e disturbi psicosensoriali - che hanno sentito la necessità di organizzare e seguire in prima persona il corso “Il Metodo Analogico intuitivo di Camillo Bortolato”. La prima edizione del corso si è svolta a dicembre e ha registrato tantissime adesioni, così iFun ha pensato di organizzarne un altro che partirà il 16 gennaio ed è sold out da diversi giorni. A riconoscere la straordinarietà di questa iniziativa è lo stesso pedagogista Camillo Bortolato che, ringraziando i genitori e l’associazione, dichiara: «Di solito gli aggiornamenti sono rivolti agli insegnanti e agli educatori. Questa volta, invece, i partecipanti sono i genitori stessi, cioè le persone più interessate che assistono alle fatiche quotidiane dei loro figli e hanno bisogno di capire quello che è loro proposto. Un evento fortemente innovativo che anticipa il futuro. Un futuro che si raccorda con lo spirito del Metodo Analogico di dissolvere un certo stile scolastico improntato sulla concettosità, sul verbalismo e sulla lentezza che genera noia e difficoltà, specie nei bambini più fragili». Infine Bortolato aggiunge: «Sarà emozionante scoprire che i genitori sono in sintonia e in sincronia sull’approccio all’apprendimento e sull’uso dei vari strumenti. Si dissolve quasi all’improvviso una montagna di separazioni e si scopre la normalità di ciascuno - sia grande, sia bambino - di apprendere». Il Metodo Analogico, ideato dal maestro Bortolato, è riuscito in pochi anni a rivoluzionare la didattica, aiutando centinaia...